matrimonio in basilicata

Matrimonio in Basilicata 2022: senza le restrizioni Covid ecco le novità

Buone notizie per chi vuole celebrare il proprio matrimonio in Basilicata: le restrizioni meno stringenti permettono di vivere l’evento con più serenità.

A seguito delle ultime indicazioni del Governo infatti, che ha diminuito notevolmente le restrizioni per il Covid e in base alle nuove norme sui matrimoni ne 2022, la situazione potrebbe tornare quasi alla normalità

Le celebrazioni non sono totalmente prive di norme anti-contagio, ma molto diverse rispetto a quelle degli scorsi 2 anni.

Ecco dunque le regole a partire dal primo maggio e dopo la fine dello stato d’emergenza per un matrimonio in Basilicata.

Il Consiglio dei Ministri, in tal senso, non ha emesso un vero e proprio decreto matrimoni 2022 (dove è previsto anche un bonus). Per assistere alla cerimonia, che essa con rito religioso sia con rito civile, non serve alcuna certificazione (Green Pass).

Per i ricevimenti, secondo le linee guida per i matrimoni 2022, per partecipare a quelli al Chiuso dal 1° maggio non è più obbligatorio il Green Pass.

Non è più previsto il rispetto del distanziamento interpersonale. Anche se resta consigliato, ma non è più obbligatorio. Stesso discorso per le mascherine non più necessarie.

Sarebbe sempre consigliato, anche se non più obbligatorio per evitare assembramenti creare percorsi di ingresso e di uscita sia nelle Chiese che nei ristoranti. In capo agli organizzatori dell’evento poi, dovranno conservare l’elenco di coloro che hanno partecipato per almeno 14 giorni, in modo da riuscire a contattarli in caso di un focolaio di Covid.

Il numero di invitati, oltre che dalle liste degli ospiti, dipenderà esclusivamente dalla capienza della location.

La disposizione dei tavoli e gli invitati dovranno essere separati da almeno 1 m, ad eccezione delle persone che in base alle disposizioni vigenti non siano soggetti al distanziamento interpersonale, come i congiunti.

Le linee guida per il matrimonio in Basilicata autorizzano i buffet, a patto che la somministrazione del cibo sia fatta però dal personale incaricato.

Il self service non è ammesso, a meno che i cibi non siano pre-confezionati in monodosi. In questo caso i commensali, al chiuso, dovranno servirsi indossando la mascherina e rispettando le norme di distanziamento sociale.

La musica dal vivo è consentita, ma cantanti e musicisti dovranno trovarsi ad almeno 3 metri di distanza dal pubblico. I balli all’aperto sono permessi. Al chiuso dipende dalla tipologia di locale in cui ci si trova e dagli spazi a disposizione.

 

 

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.